Cerca Dottore

Tag: Occhio

16 Dicembre 2018

Per la patologia del Cheratocono esiste un solo trattamento parachirurgico che prende il nome di Cross Linking con riboflavina. Questa metodica che serve a bloccare l’evoluzione del Cheratocono è stata messa a punto nel 2004 all’università di Siena dove il dottore Lorenzo Rapisarda ha avuto la fortuna di essersi specializzato tra gli anni 2004 e gli anni 2008 e quindi di aver partecipato a tutti i lavori scientifici che hanno portato a far diventare questa tecnica parachirurgica unica per il trattamento del Cheratocono. Trattamento che può essere seguito quando vi è 1 spessore cornale maggiore di 400 micron, una topografia corneale in evoluzione e una riduzione del visus. Nel nostro studio “Rapisarda Oculisti” è presente la tecnologia migliore sul mercato per studiare strumentalmente tutti quelli che sono i parametri per poter approcciarsi a questo tipo di trattamento nella maggiore sicurezza possibile. Inoltre lo studio “Rapisarda Oculisti” nel lontano 2008 è stato il primo in Sicilia ad acquistare questo strumento per il trattamento parachirurgico del Cheratocono e da allora sono stati trattati migliaia di casi.


 Scrivimi su WhatsApp  Scrivici su WhatsApp per una visita

 

Posted in Blog by Antonino | Tags: , ,
13 Dicembre 2018

Il cheratocono è una patologia ectasizzante in cui vi è una ridotta stabilità strutturare della Cornea. Nella cornea con Cheratocono non c’è differenza della composizione delle fibre rispetto a una cornea normale ma è la loro disposizione che cambia, ciò causa una minore rigidità strutturale. Infatti il Cheratocono tale rigidità è pari al 60% di quella normale. Inoltre la cornea con Cheratocono è 2 volte più sensibile alle attività collagenasica di una cornea normale. Nel Cheratocono i pazienti possono accusare: riduzione della visione; continui cambiamenti nell’asse dell’astigmatismo; astigmatismo non correggibile con occhiali. I sintomi possono essere la visone alterata soprattutto di notte e visione doppia anch’essa la sera.

Noi dello studio Rapisarda Oculisti ci occupiamo della patologia del Cheratocono e attraverso esami riusciamo a stadiare questo tipo di patologia oculare. Contattaci per una visita.


 Scrivimi su WhatsApp  Scrivici su WhatsApp per una visita

 

Posted in Blog by Antonino | Tags: ,
4 Dicembre 2018

Di seguito illustremo gli esami specifici che si eseguono per studiare al meglio il film lacrimale. Noi dello studio Rapisarda siamo in possesso dell’unico apparecchio in commercio che ci permette di studiare il tempo di rottura del film lacrimale, che viene chiamato BUT, e lo studio della secrezione delle ghiandole di Meibonio. Grazie a questi due esami riusciamo a quantificare esattamente la causa della patologia che accusa il paziente. Da questo riusciamo a formulare diverse soluzioni di trattamento tra cui l’utilizzo della luce pulsata. Nello specifico per questo trattamento utilizziamo l’apparecchio l’E-Eye che è appunto dedicato al trattamento della secchezza oculare nella sua forma evaporativa. L’apparecchio E-Eye è un generatore di luce pulsata policromatica che gode di una nuova tecnologia: l’IRPL (Intense Regulated Pulsed Light). Esso è in grado di produrre sequenza di impulsi luminosi perfettamente calibrate e omogenee. L’E-Eye emetterà una luce detta in modo totalmente sicuro le ghiandole di Meibomio. Grazie a questa stimolazione le ghiandole riprenderanno le loro secrezioni. Il film lacrimale ritroverà allora una struttura normale e i sintomi legata alla secchezza oculare scompariranno. Questo trattamento è non invasivo, perfettamente indolore e completamente innocuo per il bulbo oculare.

Noi dello studio Rapisarda Oculisti ci occupiamo della sindrome dell’occhio secco e attraverso esami riusciamo a stadiare questo tipo di patologia oculare. Contattaci per una visita.


 Scrivimi su WhatsApp  Scrivici su WhatsApp per una visita

 

Posted in Blog by Antonino | Tags: , , ,
30 Novembre 2018

La sindrome dell’occhio secco è una patologia che colpisce tra il 5% e il 15% della popolazione (fino al 30% in alcune popolazioni) con una prevalenza correlata all’età e allo stile di vita moderno. Le cause della sindrome da occhio secco sono fondamentalmente due, quella iposecretiva tra cui la più importante è la “sindrome di Sjogren”, e la “non sindrome di Sjogren” e quella da eccesso di evaporazione. Tuttavia una forma non esclude l’altra. I più comuni sintomi di occhio secco sono irritazione, senso di corpo estrano, bruciore, una secrezione muco filamentosa e un’ annebbiamento visivo transitorio. Meno frequenti sono prurito, fotofobia, sensazione di stanchezza e pesantezza oculare. Seguono articoli di approfondimento sul tipo di trattamento da esueguire.

Noi dello studio Rapisarda Oculisti ci occupiamo della sindrome dell’occhio secco e attraverso esami riusciamo a stadiare questo tipo di patologia oculare. Contattaci per una visita.


 Scrivimi su WhatsApp  Scrivici su WhatsApp per una visita

 

Posted in Blog by Antonino | Tags: , ,